BIOGRAFIA

Tags

Sono pugliese, della provincia di Bari. La mia passione per il kayak nasce nell'estate del 2011. Avevo deciso di visitare la costa del Golfo di Policastro soggiornando in un campeggio vicino a Castrocucco, ma non avevo idea di come avrei potuto fare. Si poneva il problema di come visitare tutte le stupende grotte del golfo. Dopo svariate ricerche in internet capii che il mezzo più adatto era la canoa. Tra quelle a più basso costo, trovai il Bic Ouassou, un piccolo sit on top in polietilene lungo 240cm e largo quasi 80cm: una bagnarola più che una canoa! Molto lento (avrei scoperto dopo) ma stabile e ottimo per iniziare a prendere confidenza col mezzo. Dopo una settimana arrivò la canoa nuova di pacca. La personalizzai un po', per riuscire a portare un ingombrante borsone pieno di tutta l'attrezzatura per la pesca sub, e partii. In campeggio ogni mattina scendevo in acqua con la canoa e ci rimanevo fino al tramonto, percorrendo al massimo una decina di km. 


Potevo ancorarla al fondo con una piccola ancoretta e fare snorkeling nei dintorni. Oppure la trascinavo con una corda legata in vita e la utilizzavo come boa di segnalazione durante la pesca subacquea. Consumavo i panini preparati al mattino nelle grotte, al riparo dal sole cocente. Avevo una libertà mai provata! Quell'estate riuscii a girare quasi tutto il golfo e a visitare delle grotte bellissime. Da allora io e la canoa diventammo compagni d'avventura inseparabili. A gennaio 2012 comprai una nuova canoa sit on top, più lunga e più veloce, il Tribord RK500-1. Mi appassionai dapprima alla pesca in canoa, poi al trekking nautico. I primi trekking furono una due-giorni alle Isole Tremiti e un giro delle isole di Ischia e Procida durato ben 4 giorni. Il 2 Agosto 2012, assieme alla mia ragazza, anche lei con un sit on top simile al mio, partii per il giro del Salento, terminato dopo 23 giorni e 364km percorsi. 
 

Una esperienza bellissima e rivoluzionaria, che avrebbe cambiato per sempre il mio modo di vedere le vacanze. L'anno dopo, nell'estate del 2013, feci un lungo trekking in solitaria girando tutta la Costa Smeralda e l'Arcipelago della Maddalena in Sardegna, percorrendo 304km in 19 giorni. 
 

Ormai ero definitivamente appassionato al trekking nautico. Iniziava a starmi stretto anche il fido Tribord. Così a dicembre del 2013 feci il grande salto, passando alla tipologia di canoa più performante di tutte: il kayak da mare. Acquistai il Seabird Scott MV. 


Per tutto l'inverno mi preparai al trekking più duro e lungo che abbia mai fatto: il giro della Corsica in solitaria; terminato l'11 Agosto 2014, dopo 17 giorni e 665km percorsi.


Nell'estate 2015 ho organizzato e poi effettuato un trekking in solitaria delle isole ioniche della Grecia: Cefalonia, Itaca, Meganisi, Lefkada e Zante. Il trekking si è concluso il 6 Agosto, dopo 16 giorni e circa 600km percorsi.


A Marzo 2016 ho ottenuto il brevetto di istruttore di 1° livello di kayak da mare (Tecnico Base FICK).
Nell'estate 2016 ho organizzato ed effettuato il periplo della Sardegna in solitaria. Il trekking si è concluso il 24 Agosto, dopo 26 giorni e circa 920km percorsi.


A Ottobre 2017 ho ottenuto il brevetto di istruttore di 2° livello di kayak da mare FICK.
A Giugno 2018 ho effettuato il periplo delle isole Baleari, accompagnato nel giro di Maiorca e Minorca dall'amico kayaker Giacomo Della Gatta. Il trekking è iniziato a Palma di Maiorca e si è concluso il 25 Giugno a Ibiza, dopo 25 giorni e circa 720km percorsi.


Il resto è storia recente.

Nessun post


EmoticonEmoticon